POLONIA, FOLIAGE NATURA E CULTURA LUNGO LA VIA DELL'AMBRA

 

02 – 13 Ottobre 2021

Itinerario inedito in esclusiva per il nostro gruppo, lungo le vie utilizzate dai mercanti che nell’antichità commerciavano l’ambra. In questa seconda parte del viaggio andremo alla scoperta della Polonia nascosta, là dove ci portano le antiche via dell’ambra. Seppure parte della moderna Europa, la Polonia conserva molte zone selvagge, una cultura legata al passato e piena di tradizioni e una storia millenaria. Ecco allora che dalle grandi città storiche di Varsavia, Gdansk e Cracovia si passerà ai caldi colori autunnali delle foreste del Parco Nazionale di Bialowieza e alle dune del Parco Nazionale di Slowinski. Dal canale di Elblag dove si naviga sulla terraferma, ai crateri meteoritici di Morasko, al campo di concentramento di Auschwitz, alle miniere di sale di Wieliczka, un susseguirsi di luoghi storici e naturalistici di grande interesse. La vostra guida durante questo viaggio sarà Piero Bosco.

PROGRAMMA

 

02  Ottobre
Volo serale Bergamo – Varsavia. (altri aeroporti a richiesta)
Pernottamento presso Hotel***.

03  Ottobre
In mattinata visita del centro storico di Varsavia, quasi completamente distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, la capitale della Polonia è stata ricostruita nella sua forma originaria. Esploreremo la città vecchia con la magnifica piazza del mercato, cuore pulsante della città, e la Basilica di San Giovanni Battista, in stile gotico ospita le sepolture di alcuni importanti personaggi della storia polacca. Visiteremo la  famosa e storica Strada Reale, passeggiare qui significa immergersi nell’architettura e nell’atmosfera cittadina.
Nel pomeriggio partiremo da Varsavia alla volta di Bialowieza.
In serata arriveremo alla foresta, al confine con la Bielorussia, dove ci aspetta una cena tradizionale e una tranquilla notte in un edificio tradizionale in legno.
Pernottamento presso Siolo Budy wooden mansion *** o similare.

04  Ottobre
Intera giornata dedicata alla scoperta della regione di Bialowieza che comprende una passeggiata nel cuore della riserva protetta e la visita del villaggio di Bialowieza con la sua cultura e la storia orientale.
La Foresta Primaria di Bialowieza è un’area di grande importanza per la fauna selvatica, protetta con il massimo impegno dalla Polonia, dalla Bielorussia e da una serie di organizzazioni internazionali; essa è una riserva della biosfera UNESCO, ed è entrata nella lista dei Patrimoni dell’Umanità nel 1979. Bialowieza è un vasto complesso forestale costituito da parti di numerose foreste vergini di latifoglie e miste che in autunno offrono un caleidoscopio di accesi colori. La parte più grande è occupata zone paludose ricoperte da foreste di querce e carpini. Boschi di ontani crescono su aree periodicamente inondate, mentre le zone secche ospitano pini, abeti rossi e boschi misti. Tra le molte caratteristiche naturalistiche che rendono la Foresta di Bialowieza un ambiente prezioso spicca la presenza di specie animali e vegetali uniche. Per secoli questa foresta di inestimabile bellezza naturale fu riserva di caccia di una serie di principi lituani e bielorussi, re polacchi e zar russi; questo stato le permise di sopravvivere quasi completamente intatta.
Pernottamento presso Siolo Budy wooden mansion *** o similare.

05  Ottobre
All’alba è prevista una seconda escursione nel cuore della Foresta di Bialowieza per osservare gli ultimi Bisonti Europei, circa 800 nella riserva, Cervi, Cinghiali e se saremo fortunati anche rapaci notturni.
Dopo un breve trasferimento raggiungeremo un’altra zona naturalistica di grande importanza, il Parco Nazionale di Biebrza, caratterizzato dalla presenza di numerose Alci e molte zone umide. E ‘il più grande parco nazionale della Polonia e si snoda seguendo i meandri del fiume Biebrza dove si trova un grande complesso di torbiere. Queste paludi creano un mosaico unico di habitat che conserva specie vegetali, di uccelli e animali rari. Le paludi di Biebrza sono considerate uno dei più importanti rifugi in Europa centrale per gli uccelli acquatici e per l’alce, circa 700 nella riserva, ma anche per altri mammiferi come Lupi, Lontre e Castori.
Una delle attrazioni più piacevoli qui è un percorso a piedi, una passerella naturale che  consente di raggiungere il cuore del parco, senza dover utilizzare canoa o kayak.
Seguirà il trasferimento fino a Elblag dove passeremo la notte nei pressi del Canale Elblag.
Pernottamento presso Hotel***.

06  Ottobre
Costruito nel XIX secolo, il canale tra Elblag e Ostroda è un monumento unico all’arte dell’ingegneria e un importante attrazione. Da un punto di vista tecnico, si tratta di uno dei più interessanti percorsi di navigazione in Europa; il canale, infatti, deve superare un dislivello di 99.5 metri nel livello delle acque per mezzo di un sistema di scivoli, chiuse e dighe. Cinque scivoli permettono di trasferire le imbarcazioni sulla terraferma e qui trasportarle con carrelli su rotaia. La lunghezza totale del canale supera gli 80 chilometri e ci vogliono circa 11 ore per andare da un capo all’altro. Tuttavia, noi sbarcheremo Maldyty, che è più o meno a metà strada.
Nel tardo pomeriggio/sera visiteremo Malbork, Castello dell’Ordine Teutonico. Esso è considerato il più grande edificio di mattoni del mondo e il più grande complesso gotico nel mondo, con una superficie di circa 21 ettari e una cubatura totale delle costruzioni superiore a un quarto di milione di metri cubi.
Ci sposteremo quindi per la notte nella adiacente regione Kaszuby.
Pernottamento presso Hotel***.

07  Ottobre
Stamattina dopo la colazione ci recheremo a Leba, lungo la costa del Mar Baltico, facendo quindi ritorno sulle antiche Vie dell’Ambra. L’intera giornata sarà dedicata alla scoperta del Parco Nazionale Slowinski. Qui il Mar Baltico si incontra con il più grande tratto di dune mobili in Europa e crea infinite spiagge luminose e paludi estese, che conservano tesori di Ambra. L’orgoglio del parco sono le dune, alte fino a 40 metri, che si muovono verso est fino a 10 metri ogni anno, come un deserto di sabbia mobile che si estende sulla stretta lingua che separa il Mar Baltico e il lago Łebsko. L’intero parco è stato inserito dall’UNESCO nella lista mondiale delle Riserve della Biosfera.
In serata raggiungeremo la città di Gdansk.
Pernottamento presso Hotel***.

08  Ottobre
Gdansk, Danzica in italiano, è una delle città più antiche della Polonia, la sua storia millenaria ha una grande importanza nella coscienza polacca come il luogo di inizio della seconda guerra mondiale e il luogo da dove è iniziata la caduta del comunismo in Europa, proprio qui infatti ha avuto origine il famoso movimento Solidarnosc.
Visiteremo la città non mancando di ammirare la maestosità gotica della Chiesa di Santa Maria, la più grande chiesa in mattoni del mondo, la buia e minacciosa Torre Carceraria prima di imboccare la Via Reale. Il Golden Gate e le sue statue orgogliose, le case a schiera in stile olandese e tedesco ci accompagnano verso la statua famosa di Nettuno, un punto di riferimento qui a Danzica. Il municipio, la suggestiva e del tutto originale Mariacka Street, conosciuta in tutto il mondo per la sua architettura unica e Dlugie Pobrzeze, la strada che corre lungo il corso del canale Motlawa, completeranno la giornata.
Data la grande importanza di Gdansk nel commercio dell’Ambra non mancheremo di visitare il locale museo dedicato alla preziosa resina gialla.
Pernottamento presso Hotel***.

09 Ottobre
Oggi ci sposteremo verso sud percorrendo una delle antiche strade dell’Ambra, filo conduttore del nostro viaggio, fino a raggiungere Torun, città fondata nel 1233, dai cavalieri dell’Ordine Teutonico. Attraverso otto secoli di storia, è stata abitata da persone di diverse nazioni e religioni nonchè la capitale dello stato teutonico, uno dei centri culturali più moderni dell’Europa medievale. Torun ha fatto parte dei territori della Corona Polacca, della Prussia e del II Reich dall’inizio del XIX secolo. Dal 1918 è tornata a far parte della Polonia. La città, con la sua struttura architettonica medievale, arricchita attraverso il tempo con edifici in stile gotico e barocco , è un vera e propria enciclopedia della cultura. Niccolò Copernico, il famoso astronomo, è nato a Torun il 19 febbraio 1473. Nel museo, che si trova nella sua casa, sono visibili le più antiche edizioni del suo lavoro scientifico e la strumentazione astronomica con il quale ha studiato. Visiteremo la vicina Cattedrale di San Giovanni, dove fu battezzato e il Mercato della Città Vecchia, dove si trova una statua in bronzo di Copernico.
Nel pomeriggio trasferimento e visita della città Biskupin, importante sito archeologico dove è stato ricostruito un insediamento dell’età del ferro a grandezza naturale, un viaggio straordinario nei meandri della storia. Alcuni resti di edifici dell’età della pietra, risalenti a circa ottomila mila anni fa, e altri risalenti all’inizio del Medioevo sono stati scoperti nel villaggio di Biskupin nel nord della Polonia. Circa cento anni fa è iniziata la ricostruzione di una sezione di un insediamento dell’età del ferro costituito da abitazioni di tronchi di querce e pini ricoperte con tetti di paglia. L’insediamento del Museo Archeologico è circondato da una caratteristica palizzata, costruita su di un bastione di legno e terra.
In serata raggiungeremo la località di Poznan, dove passeremo la notte.
Pernottamento presso Hotel***.

10 Ottobre
Dopo la colazione è prevista la visita della città, Poznan rappresenta la capitale storica della Grande Polonia, una regione della Polonia centro-occidentale. In termini di popolazione, è la quinta città più grande della Polonia e vanta molti secoli di storia, indietro fino al X secolo, e agli inizi della nazione polacca. Per questo motivo nel 2008 Poznan è stata dichiarata monumento storico. La cattedrale della città ospita le tombe dei primi sovrani: Mieszko I e Boleslao il Coraggioso. Poznan, crocevia dei commerci di Ambra, è una città molto verde, quasi un terzo dell’area cittadina, circa 70 mila metri quadrati, è costituita da foreste, tanto che ben due riserve naturali sono situate all’interno dei confini della città: Morasko Meteorite, e Zurawiniec.
Terminata la visita della città vecchia di Poznan ci dedicheremo alla visita della riserva naturale Morasko Meteorite, uno dei due unici siti europei dove si trovano crateri creati da impatti di meteoriti.
In serata raggiungeremo la città di Carcovia, dove passeremo la notte.
Pernottamento presso Hotel***.

11 Ottobre
In mattinata visiteremo Cracovia, la più bella tra le città polacche e la più popolare tra i turisti, anch’essa Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Seconda città più grande è una delle città più antiche in Polonia, la sua storia risale al VII secolo, Cracovia è tradizionalmente uno dei centri principali della vita accademica, culturale e artistica polacca.
La visita comprende, tra gli altri: la Cattedrale di Wawel, la Basilica di Santa Maria, la Piazza Grande, il Palazzo del Tessuto di Cracovia e il più antico centro commerciale in attività al mondo, in attività per 700 anni.
Nel pomeriggio usciremo dalla città e visiteremo la Miniera di Sale di Wieliczka, uno dei più preziosi monumenti della cultura in Polonia ogni anno visitata da oltre un milione di turisti provenienti da tutto il mondo. Questo luogo è entrato a far parte dei siti Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell’UNESCO e rappresenta uno dei più antichi siti minerari del mondo ancora in funzione. Il percorso turistico sotterraneo conduce attraverso un labirinto di gallerie e caverne con sculture uniche, il tutto ricavato dalla salgemma. La Cappella di Santa Kinga, la camera più bella, è situata alla profondità di 101 metri ed è decorata con cristalli di sale bianco, lampadari in cristallo e bassorilievi scolpiti nel sale grigio. La miniera ha anche una casa di cura.
Pernottamento presso Hotel***.

12 Ottobre
Giornata dedicata al Campo di Concentramento di Auschwitz.
Il luogo del martirio di milioni di persone durante la seconda guerra mondiale, il più grande campo di concentramento nazista nell’Europa occupata, qui i tedeschi portarono avanti il ​​loro progetto di sterminare di intere nazioni, principalmente ebrei e polacchi. Il numero delle vittime è difficile da stabilire, molto probabilmente circa 1.100.000 persone di 28 nazionalità perirono nei campi di Auschwitz-Birkenau.
Durante la ritirata i tedeschi distrussero solo in parte le costruzioni del campo e molti edifici sono rimasti a testimoniare i crimini commessi in questo luogo.
Terminata la visita torneremo a Cracovia dove passeremo la notte.
Pernottamento presso Hotel***.

13 Ottobre
Dopo la colazione avremo un pò tempo libero per approfondire la visita di Cracovia prima di trasferirci in aeroporto a Katowice in tempo per il volo pomeridiano di rientro.
Volo Katowice – Bergamo. (altri aeroporti a richiesta)

Il viaggio comprende:

–   Tutti i pernottamenti in camera doppia con prima colazione inclusa.
–   Tutte le escursioni di cui al programma.
–   Tutti i pasti eccetto quelli indicati sotto.
–   Accompagnatore dall’Italia per tutto il viaggio.
–   Volo Bergamo – Varsavia e Katowice – Bergamo (altri aeroporti a richiesta)

 

Non incluso:

–  I pasti del 02 e 13 ottobre.

Mappa del Viaggio

PREZZO PER PERSONA  Euro 2650,00

ASK FOR MORE INFORMATION