MARZO 2021: ARCIPELAGHI PERDUTI: FALKLAND, SOUTH GEORGIA E TRISTAN DA CUNHA

 

05 – 28 Marzo 2021

A bordo della magnifica Le Lyrial, 142 metri di lunghezza e 200 passeggeri, esploreremo l’oceano Atlantico australe alla scoperta di alcune delle terre più remote del pianeta: le isole Falkland, la South Georgia e l’arcipelago di Tristan da Cunha. L’atmosfera intima e lussuosa della nostra imbarcazione ci fornirà l’opportunità unica di visitare queste terre estreme situate tra i 40 ruggenti e i 50 urlanti in modo sicuro e comfortevole. Navigheremo dall’America all’Africa, salpando da Ushuaia raggiungeremo dopo 3 settimane Cape Town. Le isole Falklands sono le prime terre che incontreremo e sbarcheremo in ben 4 di esse, alcune delle quali, New Island e Steeple Jason Island , molto isolate e raramente visitate. Seguirà la South Georgia dove esploreremo la frastagliata e spettacolare costa orientale. Successivamente faremo visita all’arcipelago Tristan da Cunha. Malgrado sia uno degli insediamenti umani più isolati del mondo, alcuni italiani naufragati sull’isola nel XIX secolo hanno contribuito a scriverne la storia. Selvagge e primordiali, queste terre ospitano una concentrazione di fauna tra le più alte del mondo, qui si mischiano le fredde acque dell’Antartide e quelle più temperate dell’oceano Atlantico creando una ricchezza di cibo unica in grado di sostenere un gran numero di animali sia in acqua sia fuori da essa. Capodogli, Orche, Balenottere, Megattere, Leoni Marini, Otarie, Elefanti Marini insieme con milioni di pinguini che qui nidificano; enormi colonie che ospitano centinaia di migliaia di Pinguini Reali, Saltarocce, Papua, Magellano, Macaroni, Antartici, e ben 6 specie di Albatri. La vostra guida durante questa avventura sarà Piero Bosco che ha visitato l’area in numerose occasioni. 

PROGRAMMA

 

05  Marzo
Volo Milano/Roma – Buenos Aires (non incluso).
Pernottamento in aereo.

06  Marzo
Arrivo a Buenos Aires.
Giornata a disposizione. Cena.
Pernottamento Hotel****.

07  Marzo
Dopo la colazione trasferimento in aeroporto e Volo Buenos Aires – Ushuaia.
Pranzo e tempo a disposizione per visitare Ushuaia.
Nel tardo pomeriggio ci imbarcheremo sulla nave Le lyrial e inizieremo la crociera nel canale di Beagle e poi nell’oceano Atlantico. Questa lussuosa imbarcazione offre ai suoi ospiti ampi spazi a bordo, un teatro, 2 ristoranti, fitness center, Hammam, piscina e sono inclusi nel pezzo anche il collegamento wifi illimitato e le spese del bar, una soluzione ideale per un viaggio come questo che richiede diversi giorni di navigazione in mare aperto.
Pernottamento a bordo.

08  Marzo
In navigazione nell’oceano Atlantico verso oriente in direzione delle isole Falkland.
Pernottamento a bordo.

09  Marzo
Oggi raggiungeremo New Island, una delle isole più remote delle Falkland. Situata nell’estremo occidente dell’arcipelago è difficilmente raggiungibile e poco visiata, ma offre scenari spettacolari fatti di imponenti scogliere e immacolate spiagge sabbiose, e una grande concentrazione di animali, tanto da ospitare ben due riserve naturalistiche. In particolare sono qui presenti 4 specie di Pinguini: Reali, Magellano, Saltarocce e Papua; colonie di Albatri dal Sopracciglio Nero, Cormorani Reali e Otarie.
Nel pomeriggio visiteremo Grave Cove, baia protetta situata lungo la costa occientale dell’isola West Falkland. Alcune tombe di balenieri situate sulla spiaggia danno il nome al luogo che ospita 3 specie di Pinguini: Magellano, Saltarocce e la più grande colonia di Papua delle Falkland nonché una colonia di Albatri dalle Sopracciglia Nere. Le acque circostanti sono invece frequentate dai Delfini di Commerson.
Pernottamento a bordo.

10  Marzo
In mattinata saremo ancorati nel pressi di Steeple Jason Island, un piccolo cameo, lontana dalle isole maggiori e pertanto raramente raggiunta dai turisti, offre alcuni dei panorami più drammatici dell’arcipelago. La più grande colonia al mondo, circa 160.000 coppie, di Albatri dal Sopracciglio Nero è l’attrazione principale dell’isola e si estende per ben 5 chilometri, ma non mancano Pinguini Saltarocce, Papua, Cormorani Reali, Ossifraghe insieme con gli aggressivi Caracara e Stercorari.
Saunders è una delle perle delle Falklands, ospita infatti colonie di Pinguini Papua, Saltarocce e Magellano e raramente qui sono stati avvistati anche Pinguini Macaroni e Antartici. Dal 1980 si è stabilita anche una piccola colonia di Pinguini Reali. Quattro specie di rapaci, Cormorani Imperiali e Cormorani di Magellano, Cigni dal Collo Nero e molti altri uccelli marini sono facilmente accessibili in diversi punti dell’isola. Tuttavia la maggiore attrazione per gli appassionati di fauna selvatica è senza dubbio la colonia di Albatri dalle Sopracciglia Nere che si estende lungo la costa situata a nord del “Neck” (il collo), così chiamato perché è un istmo sabbioso stretto tra due parti alte dell’isola. La spiaggia a nord è ricoperta di splendida sabbia bianca sferzata da onde maestose ed è la “casa” di tutte le specie di pinguini e uccelli di cui sopra, ed è propio là che sbarcheremo.
Pernottamento a bordo.

11-12  Marzo
In navigazione nell’oceano Atlantico verso oriente in direzione delle South Georgia.
Pernottamento a bordo.

13  Marzo
Oggi arriveremo lungo le coste nord orientali della South Georgia dove passeremo i prossimi tre giorni.
Dapprima andremo alla scoperta di Salisbury Plain. Spettacolare piana delimitata dal ghiacciaio Lucas e dal ghiacciaio Grace che ospita la seconda colonia di Pinguini Reali
dell’isola per dimensioni, 60000 coppie che diventano 250000 animali nel periodo della muta
, sono ovunque, lettralmente a perdita d’occhio. Salisbury Plain non significa solo pinguini, sono presenti anche Otarie e Elefanti Marini, questi ultimi ammassasti in una delle più grandi colonie della South Georgia.
Fortuna Bay offre un pittoresco scenario alpino ed è il luogo dove giunse Shackleton dopo aver attraversato l’isola da ovest a est e prima di raggiungere Stromness. Una colonia di Pinguini Reali occupa lo spazio di fronte al ghiacciaio König a circa un chilometro dalla spiaggia dove sono presenti Elefanti Marini e Otarie. Nella baia è presente anche una piccola colonia di Pinguini Papua e spesso vi si avvistano gli Albatri Mantochiaro oltre alle Renne qui introdotte dai balenieri Norvegesi.         
Proseguendo verso est esploreremo Stromness dove i resti della stazione baleniera abbandonata negli anni 60 del XX secolo offrono uno spaccato della vita dei balenieri del secolo scorso. Renne, Otarie, Sterne Antartiche, Stercorari, Elefanti Marini ed una piccola colonia di Pinguini Papua abitano la baia.                                            
Pernottamento a bordo.

14  Marzo
Oggi esploreremo la spettacolare Saint Andrews Bay dove diverse cime superiori ai 2000 metri fanno da sfondo alla enorme e infinita colonia di Pinguini Reali, la più numerosa dell’isola, circa 150000 coppie. La spiaggia ospita anche la più grande concentrazione di Elefanti Marini della South Georgia e numerose Renne. Una così grande concentrazione di animali non può che attirare predatori e necrofagi come le Ossifraghe, gli Stercorari, i Chioni, le Sterne e gli Albatri nonchè le voracissime Foche Leopardo. 
Grytviken è il centro amministrativo dell’isola e offre al visitatore diverse attrazioni: la chiesa, la vecchia stazione baleniera, il museo, la tomba di Shackleton, l’ufficio postale e la stazione scientifica. Elefanti Marini e Otarie sono piuttosto comuni così come i Pinguini Reali.
Pernottamento a bordo.

15  Marzo
Durante la notte avremo raggiunto la parte sud orientale dell’isola e le prima visita di oggi sarà a Gold Harbour, un anfiteatro naturale fatto di ghiacciai sospesi e pareti rocciose verticali dominati dalla cima innevata del monte Paterson. 25000 coppie di Pinguini Reali, 300 coppie di Pinguini Papua, Ossifraghe e Sterne Antartiche, Cormorani Reali e Albatri, Otarie e Elefanti Marini sono gli abitanti della baia.
Ancora più a sud est si trova la Cooper Bay, l’ultimo luogo che visiteremo in South Georgia.
La fauna qui è diversa da quella incontrata finora, vi troveremo quattro specie di pinguini: la più grande colonia dell’isola di Pinguini Antartici, circa 10000 coppie; diverse migliaia di Pinguini Macaroni; 4000 coppie di Pinguini Papua e circa 250 coppie di Pinguini Reali.
Pernottamento a bordo.

16-19  Marzo
In navigazione nell’oceano Atlantico verso nord est in direzione dell’arcipelago Tristan da Cunha.
Pernottamento a bordo.

20  Marzo
Giungeremo oggi a Tristan da Cunha, l’isola fa parte dei Territori d’Oltremare Britannici e ospita l’insediamento umano più isolato del mondo. Si tratta di un’isola vulcanica dominata dalla cima del Queen Mary’s Peak che supera i 2.000 metri. Tristan Da Cunha ospita una vibrante avifauna composta da uccelli piuttosto rari, dall’endemico Albatro di Tristan all’Albatro Beccogiallo dell’Atlantico fino alla Procellaria Atlantica che si riproduce in grandi stormi solo in questo arcipelago. Circa il 90% della popolazione di Pinguini Saltarocce di Moseley, specie molto simile al Pinguino Saltarocce presente alle Falkland ma diverso, viene a riprodursi su questo avamposto vitale, mentre le Otarie Orsine Antartiche occupano le spiagge e Balene e Delfini nuotano nelle acque circostanti.
Ma noi italiani abbiamo un motivo speciale per visitare Tristan da Cunha, è la meravigliosa storia di tre marinai di Camogli naufragati sull’isola nel 1892, innamoratisi di donne del posto due di essi sono rimasti sull’isola e avuto rispettivamente 6 e 5 figli, Lavarello e Repetto sono cognomi ben conosciuti qui!
Pernottamento a bordo.

21  Marzo
Oltre un milione di uccelli marini nidificano in quest’isola altrimenti disabitata, Nightingale è la minore nell’arcipelago di Tristan da Cunha. La costa scoscesa e le scogliere frastagliate si innalzano imponenti dalle acque dell’Oceano Atlantico Meridionale, risultato di grandi sconvolgimenti vulcanici, l’ultimo dei quali nel 2004. L’isola di Nightingale è un’area protetta per alcune delle specie di uccelli più rare del mondo ed è consentito lo sbarco solo in alcune zone dell’isola. Piccole colonie di Pinguini Saltarocce di Moseley pattugliano le rocce e saltano sui massi, il volo aggraziato degli Albatri Beccogiallo dell’Atlantico, degli Albatri Fuligginosi e le immersioni delle endemiche Berte dell’Atlantico farano da contorno alla nostra visita.
Pernottamento a bordo.

22  Marzo
Oggi giungeremo all’isola Gough, anch’essa fa parte dell’arcipelago Tristan da Cunha e come le altre è vulcanica, se si fa eccezione per il personale della stazione meteorologica sudafricana è disabitata. Insieme con Inaccessible Island costituisce il sito patrimonio mondiale dell’UNESCO di Gough e Inaccessible Islands in quanto riserve naturali protette e importanti area per l’avifauna. Gough Island è la casa degli endemici: Albatro di Tristan, Procellaria Atlantica, Gallinella di Comeri, Zigolo di Gough e dei Pinguini Saltarocce di Moseley. Quest’isola è l’unica dell’arcipelago nella quale nidificano le Ossifraghe e sono presenti gli Elefanti Marini.
Pernottamento a bordo.

23-26  Marzo
In navigazione nell’oceano Atlantico verso nord est in direzione di Cape Town.
Pernottamento a bordo.

27  Marzo
In navigazione doppieremo oggi il Capo di Buona Speranza per terminare la nostra avventura a Cape Town in Sud Africa dove giungeremo in mattinata.
Intera giornata a disposizione per escursioni facoltative.
Pernottamento a bordo.

28  Marzo
Sbarcheremo in mattinata e raggiungeremo l’aeroporto in tempo per il volo di ritorno.
Volo  Cape Town – Milano/Roma (non incluso).

* Si tratta di una vera e propria spedizione in zone scarsamente esplorate per cui il programma potrebbe essere svolto in maniera diversa a causa delle condizioni meteo o dell’avvistamento di animali; è fondamentale essere flessibili.

Il viaggio comprende:

–   Tutti i pernottamenti con prima colazione inclusa.
–   Tutti i pasti ad esclusione del pranzo del giorno 6 Marzo, alcoolici inclusi.
–   Crociera di 22 giorni a bordo della Le Lyrial in pensione completa.
–   All inclusive comprese le spese del bar.
–   Room service.
–   Uso gratuito degli stivali di gomma necessari per gli sbarchi.
–   Wifi illimitato.
–   Parka in omaggio.
–   Accompagnatore dall’Italia per tutto il viaggio.

Non incluso:

–  Voli (il prezzo verrà fornito su richiesta).
–  Le mance, Euro 12 per notte per persona da pagarsi al momento del saldo.
–  Il trasferimento dall’aeroporto all’hotel a Buenos Aires. 

Mappa del Viaggio

 

 

 

 

 

 

PREZZO PER PERSONA Superior Stateroom Doppia Euro 9.800
(sono disponibili numerose categorie di cabine, informazioni su richiesta)

2 + 6 =

SETTEMBRE 2021: ALLA SCOPERTA DELLE GALAPAGOS

 

09 – 24 Settembre 2021

Un grande itinerario, partenza speciale a bordo di una confortevole imbarcazione di circa 30 metri a nostra completa ed esclusiva disposizione, massimo 15 partecipanti in 8 cabine tutte con servizi privati. Il viaggio intero prevede l’splorazione completa dell’arcipelago equatoriale durante la quale verranno toccate 12 isole diverse in modo da rendere la nostra esperienza completa e il più possibile variegata e avere le maggiori possibilità di incontrare la fauna particolare che abita queste terre vulcaniche. Gli sbarchi su alcune isole sono riservate alle piccole imbarcazioni come la nostra e pertanto piuttosto rare. Durante le nostre escursioni faremo delle brevi e facili passeggiate (per chi lo desidera è possibile praticare lo snorkeling e il kayak) nel corso delle quali potremo incontrare le Tartarughe Giganti, le Iguana marine e terrestri, gli Albatri delle Galapagos, le colorate Sule Piediazzurri e Sule Piedirossi, i Cormorani Atteri che non volano, le splendide Fregate Magnifiche dal collo rosso, i Pinguini, i Pellicani Bruni, Otarie e Leoni Marini, Delfini e Squali. La vostra guida durante questa avventura sarà Piero Bosco che ha visitato le Galapagos in numerose occasioni. 

PRIMA PARTE – LE ISOLE ORIENTALI
09 – 17 SETTEMBRE
PROGRAMMA DI VIAGGIO

 

09  Settembre
Volo Milano – Quito.
Trasferimento e pernottamento presso l’Hotel Alameda*****

10  Settembre
Volo Quito – San Cristobal.
Al nostro arrivo alle Galapagos verremo trasferiti a bordo della MV di prima classe Cachalote Explorer appositamente noleggiata in esclusiva per il nostro gruppo. L’imbarazione misura circa 30 metri e può ospitare 16 passeggeri in 8 comode cabine doppie dotate di servizi privati, dispone inoltre di un ampio salone interno e numerosi ponti esterni perfetti per l’avvistamento della fauna e per rilassarsi durante i momenti di pausa.
L’isola San Cristobal è la più orientale e una delle più antiche dell’arcipelago e la nostra escursione a bordo di un minivan ci porterà nel cuore di essa, sulle alture dell’interno, dove raggiungeremo il lago El Junco a circa 700 metri di altitudine, l’unico specchio di acqua dolce di una certa consistenza delle Galapagos formatosi all’interno della caldera di un vulcano estinto.
La zona è ottima per l’avvistamento delle gigantesche Tartarughe Giganti presso la

Galapaguera, una riserva speciale per questi animali spettacolari, ma anche per una importante avifauna che comprende Airone Guardabuoi, Fregata Maggiore e se saremo fortunati anche il raro Mimo di San Cristobal, uccello raro e in pericolo di estinzione.
Pernottamento a bordo.

11  Settembre
Hood o Española
è la più antica delle isole Galapagos e la più meridionale, a causa del suo isolamento qui si sono evolute molte specie endemiche. A seconda delle condizioni atmosferiche, ci potremo dedicare allo snorkeling intorno a Islote Garnder e Islote Osborn. Le sue acque calme e il suo attraente paesaggio ci daranno grandi emozioni sia sopra che sott’acqua. Qui vivono pesci tropicali, Squali Pinnabianca e Tartarughe Marine.
Situata sulla costa nord di Española, la Baia Gardner è una tranquilla spiaggia di sabbia bianca. I granelli di sabbia fine rendono il luogo perfetto per una rilassante passeggiata. Naturalmente non saremo soli, Leoni Marini e il raro Mimo di Española ci terranno compagnia.
Quando si sbarca sulla punta occidentale, Punta Suárez, si rimane subito colpiti dalla bellezza e dalla straordinaria quantità di vita. Ci vogliono alcuni minuti per capire che non state sognando e che le Iguane Marine hanno veramente colori infuocati, i Leoni Marini passeggiano tranquillamente intorno a noi, Sule Piedi Azzuri e Granchi ricoprono le rocce circostanti con la loro grazia intensa. Un sentiero ci porta ad una colonia di uccelli marini. La lunghissima scogliera scolpita dall’azione delle onde e dalla forza del vento è la casa dell’unico Albatross tropicale della Terra, l’Albatross delle Galapagos. Questo mitico ed elegante animale, qui presente in circa 15000 coppie che costituiscono l’intera popolazione mondiale, condivide la scogliera a precipizio sull’oceano con molti altri uccelli marini come il Fetonte Beccorosso, il Gabbiano Coda di Rondine e  la Sula di Nazca.
Pernottamento a bordo.

12  Settembre
Dopo la colazione sbarcheremo su una spiaggia vulcanica di olivina. Punta Cormorant si trova sulla costa settentrionale di Floreana, e ospita Fenicotteri Maggiori e Tartarughe Marine. La spiaggia è parzialmente inondata da una laguna salmastra dove nidificano e si nutrono i fenicotteri che spesso però sono difficilemente avvicinabili. Chiurli Piccoli, Aironi e Cavalieri d’Italia sono altri uccelli comuni nelle zone umide. Poco distante le Tartarughe di Mare utilizzano ogni angolo della spiaggia di sabbia bianca per deporre le loro uova. Dalla riva si vedono spesso Razze e Squali delle Galapagos e se si è fortunati le Tartarughe crogiolarsi al sole.
Nei pressi di Punta Cormorant si trova  Devil’s Crown, un vulcano sommerso che l’erosione ha trasformato in una corona, dove è possibile praticare snorkeling o il kayak. Lo snorkeling in queste acque è straordinario, uno dei migliori luoghi delle Galapagos, un gran numero di Pesci, Razze, Squali e la giocosità di Leoni Marini delle Galapagos.
Avventura, sopravvivenza, mistero e morte sono gli ingredienti principali della nostra prossima meta. Post Office Bay ha lasciato ricordi di pirati, cacciatori di balene, spedizioni scientifiche e intense storie di omicidi e di ambiguità costante.
Pernottamento a bordo.

13  Settembre
St Cruz
, situata al centro dell’arcipelago, è il cuore del turismo alle Galapagos. La nostra escursione sull’isola ci porterà nella parte nord occidentale di essa dove sbarcheremo presso Dragon Hill, dove si trova una laguna ipersalina, più salata del mare, spesso frequentata dai Fenicotteri Maggiori e caratterizzata da vegetazione di alberi Palosanto e cactus Opuntia. L’area è luogo di nidificazione delle Iguana di Terra.
La genesi delle isole si riconosce facilmente a Sullivan Bay. Le lucide strutture a spirale della lava appaiono come se si sono formate ieri. Situata sulla costa orientale di James o Santiago Island questa colata di lava vecchia di 130 anni presenta coni intatti. Qui coni di cenere anziani sono stati inondati da fiumi di lava e sono un grande esempio di invecchiamento di rocce ignee. Il contrasto di colori e forme del basalto, la presenza di ruggine e la lucentezza della sua superficie vi porterà a pensare di essere su Marte. L’isola ospita una grande varietà di Uccelli Marini, oltre a Iguana Marine e Otarie.
Pernottamento a bordo.

14  Settembre
Situata nella parte settentrionale dell’arcipelago, raramenente visitata da turisti, Genovesa o Tower, è l’unica isola sulla quale si può sbarcare in quet’area.
El Barranco, Conosciuto anche come Prince Philip´s Steps da quando il Duca di Edimburgo visitò quest’isola nel 1964, è il sito che visiteremo per primo. Questa parte dell’isola è popolata da Sule Zamperosse e Fregate Maggiori, che preferiscono gli alberi di Palosanto, e Sule di Nazca che nidificano semplicemente per terra, il sito è inoltre ottimo per l’avvistamento della colorata Tortora delle Galapagos. Ci sono anche Iguane Marine di dimensioni minori rispetto a quelle delle altre isole, ma non Iguane Terrestri, poiché le correnti oceaniche non le avrebbero portate in direzione di Genovesa. Ma la vera attrazione del luogo è la colonia di decine di migliaia di Uccelli delle Tempeste di Castro che nidificano nei canali di lava e con esse del Gufo di Palude che le caccia.
La Darwin Bay, che esploreremo nel pomeriggio, è la caldera di un vulcano eroso le cui pareti interne formano ripide e scenografiche scogliere. Un vero paradiso per gli uccelli: Gabbiano Codadirondine, Gabbiano Fuligginoso, Mimo delle Galapagos, Nitticora Capogiallo, Airone Lavico, Parula Gialla ma protagonisti qua sono le numerose Fregate Magnifiche e le Sule Zamperosse. Ma gli uccelli non sono l’unica attrazione di Genovesa, anche i magnifici panorami sono tra i più belli dell’arcipelago.
Pernottamento a bordo.

15  Settembre
Tornati verso sud in mattinata ci aspetta un’altra escursione sull’isola St Cruz, più precisamente lungo la costa settentrionale di essa presso Black Turtle Cove. Esploreremo con il gommone la foresta di mangrovie che circonda baie e insenature il cui accesso è permesso solo a imbarcazioni con la capacità massima di 16 persone come la nostra. Da settembre a febbraio in questo luogo si accoppiano le Tartarughe Marine e avremo quindi buone possibilità di osservarle, oltre a Squalo Pinnabianca e diverse specie di Mante. Le mangrovie sono presenti in tre diverse specie e sui rami sono spesso presenti Aironi e Pellicani Bruni.
Trasferimento in aeroporto per il volo Baltra – Quito.
Trasferimento e il soggiorno in Hotel ****. Alameda

16  Settembre
Trasferimento in aeroporto per il volo Quito – Milano.
Pernottamento a bordo

17  Settembre
Arrivo a Milano.

SECONDA PARTE – LE ISOLE OCCIDENTALI
14 – 24 SETTEMBRE
PROGRAMMA DI VIAGGIO

 

14  Settembre
Volo Milano – Quito.
Trasferimento e pernottamento presso l’Hotel Alameda*****

15  Settembre
Volo Quito – Baltra.
Appena giunti alle Galapagos andremo alla scoperta delle nebbiose alture dell’isola St Cruz,  dove avremo la possibilità di incontrare le Tartarughe Giganti in libertà. Termineremo la giornata alla Charles Darwin Research Station. La stazione di ricerca è responsabile, in gran parte, per lo stato di conservazione delle Galapagos. Un partner importante nel compito di conservazione di questo arcipelago incontaminato è il National Park Service e insieme gestiscono il Centro di Riproduzione delle Tartarughe. Qui fino al 2012, anno della sua morte, era possibile incontrare una vera e propria icona della conservazione, Lonesome George, l’ultimo animale rimanente dalla specie di Pinta Island.
Pernottamento a bordo.

16  Settembre
Oggi ci aspettano due chicche! Primo obiettivo di giornata è l’isolotto chiamato Sombrero Chino o Chinese Hat. Situato al largo della punta sud orientale di Santiago o James ha preso il nome dalla sua forma, visto da nord il recente cono vulcanico presenta infatti la sagoma di un cappello cinese ed anch’esso ha l’accesso limitato ad imbarcazioni fino a 16 passeggeri. Questo luogo più di ogni altro alle Galapagos rappresenta l’origine vulcanica dell’arcipelago.  Il paesaggio è primordiale ed è caratterizzato da formazioni vulcaniche dalle forme diverse, la sensazione di essere in un posto speciale è qui chiaramente avvertibile. Il paesaggio seppure spettacolare non è l’unica attrazione di Sombrero Chino, sono infatti presenti il Leone Marino, il coloratissimo Granchio Rosso delle Rocce, l’Iguana Marina, il Pinguino delle Galapagos.Le Galapagos offrono una grande varietà di formazioni geologiche. L’isola di Rábida presenta lave ricche di ferro e dopo milioni di anni di esposizione all’aria, sono diventate rosse. Il materiale arrugginito vulcanico eroso ha formato una bellissima spiaggia di sabbia cremisi, perfetta per una passeggiata. La spiaggia protetta fornisce ottime condizioni ai Leoni Marini delle Galapagos per crescere i loro cuccioli e ai Pellicani Bruni per utilizzare il luogo come zona di sosta e di nidificazione. Poiane e Mimi sono visitatori comuni della pianura. Inoltre, lo snorkeling può essere entusiasmante con Squali, Razze e molti pesci colorati spesso visibili, così come il kayak.
Pernottamento a bordo.

17  Settembre
Iniziamo oggi la scoperta della parte occidentale delle Galapagos e in particolare della parte meridionale dell’isola Isabela. Raggiungeremo il bordo di uno dei più grandi crateri del mondo, il vulcano Sierra Negra, con un diametro di 12 km. Quindi continueremo verso il vulcano Chico, con caratteristiche molto diverse presenta una serie di crateri con fumarole. Avremo l’opportunità di osservare diversi paesaggi e formazioni vulcaniche che raccontano la creazione e l’evoluzione delle isole.
Più tardi faremo visita al Tortoise Breeding and Rearing Center, importnte centro di riproduzione per le Tartarughe Giganti e alla cittadina di Villamil.
Pernottamento a bordo.

18  Settembre
Punta Moreno
si trova lungo la costa occidentale dell’isola Isabela. Il sito ha una vista spettacolare sui vulcani Alcedo, Sierra Negra e Cerro Azul e presenta impressionanti colate laviche, un paesaggio desolato e incontaminato e vegetazione arida varia e insolita. E’ il luogo ideale per un’escursione in gommone lungo le suggestive coste rocciose e un ottimo posto per osservare i Pinguini delle Galapagos e vari uccelli costieri tra i quali spesso gli Aironi Azzurri. Una volta a terra, un sentiero attraverso la roccia lavica conduce a pozze di marea e mangrovie. Queste pozze di marea spesso ospitano Tartarughe Marine, una vera delizia anche per gli amanti del birdwatching, questo sito è ottimo per avvistare Fenicotteri e Pellicani Bruni.
Più a nord lungo la costa di Isabela si trova Elizabeth Bay, la baia contiene molti isolotti, che possono essere visitati con il gommone. Pinguini delle Galapagos e Sule dai Piedi Azzurri possono essere avvistati sugli isolotti rocciosi. I Pinguini prediligono le fredde acque delle isole occidentali e quindi sono qui molto più numerosi e facili da avvistare. Con l’abbondanza di vita marina e acqua limpida, l’area è perfetta per lo snorkeling che offre branchi di pesci colorati, Leoni Marini e Mante, Squali o Iguana Marine. Questo posto è accessibile solo con il gommone, per ragioni di protezione ambientale non è permesso lo sbarco.
Pernottamento a bordo.

19  Settembre
Continueremo oggi l’esplorazione della costa occidentale di Isabela con la visita di Urbina Bay. Questa baia si trova alla base del vulcano Alcedo e nel 1954 a seguito di un’eruzione la zona in cui si trova si è innalzata di oltre 50 centimetri e la linea costiera si è spostata verso il mare di oltre un chilometro portando in superficie coralli giganteschi. E’ sito di nidificazione del Pellicano Bruno e del Cormorano delle Galapagos, ridotto a qualhe centinaia di esemplari in tutto, inoltre sono qui presenti le Iguane Marine, Iguane Terrestri e anche alcune delle 4000 Tartarughe Giganti che vivono sulle pendici del vulcano Alcedo.
Proseguiremo verso nord fino a raggiungere Tagus Cove, porto naturale utilizzato per secoli da balenieri e pirati, e da qui la laguna salata che si trova alla base del vulcano Darwin da dove il panorama si estende tra campi di lava e formazioni vulcaniche fino all’oceano. La fauna che potremo incontrare comprende: Sule Piediazzurri, Pinguini delle Galapagos e Iguana Marine.
Pernottamento a bordo.

20  Settembre
Proprio di fronte a Tagus Cove si trova Punta Espinosa, situata sull’isola Fernandina, la più giovane e quella con la maggiore attività vulcanica delle Galapagos. Questo capo costituito da una stretta lingua di lava e sabbia che fuoriesce dalla base del vulcano La Cumbre è uno dei siti più spettacolari dell’arcipelago. Migliaia di esemplari di Iguana Marina formano la più grande colonia delle Galapagos, Leoni Marini, Cormorani delle Galapagos, Tartarughe Marine, Mante e a volte anche i Pinguini delle Galapagos fanno visita a questo luogo speciale.
Faremo quindi ritorno sull’isola Isabela ma nella sua parte più settentrionale e più precisamente presso Vicente Roca Point. Un posto perfetto per lo snorkeling e per un’escursione in gommone tra ripide scogliere di tufo, grotte scavate dalle onde e le Tartarughe Marine che abitano la zona insieme con i giganteschi Pesce Luna. Altre attrazioni di quest’area sono Sule di Nazca, Pinguini delle Galapagos, Sule Piediazzurri, Mante e Leoni Marini.
Pernottamento a bordo.

21  Settembre
Dopo aver fatto ritorno nella parte centrale dell’arcipelago sbarcheremo oggi a Puerto Egas conosciuto anche come James Bay. Le magiche coste occidentali di James o Santiago Island sono una combinazione di coni di tufo, colate di lava e sabbia. Una costa rocciosa, con una pendenza molto dolce è utilizzata da un gran numero di uccelli e rettili. Beccacce di mare, Chiurli Piccoli, Piovanelli, Voltapietre, Piro-Piro e altri Trampolieri sono mescolati a Iguane Marine e Granchi a nutrirsi lungo la ricca zona di litorale. Per finire, tunnel di lava di grandi dimensioni, che sono in parte crollati, sono ora le case delle Otarie delle Galapagos e Leoni Marini. Molto interessanti sono le piscine lasciate della marea che ospitano molteplici organismi come Spugne, Lumache di Mare, Paguri, Balani, etc.
Uno dei luoghi iconici delle Galapagos è senza dubbio la piccola isola Bartolomé con il suo selvaggio panorama fatto di campi di lava, coni vulcanici e soprattutto dello spettacolare cono di tufo chiamato Pinnacle Rock. Proprio nei pressi di questa roccia sono spesso visibili i Pinguini delle Galapagos, le  Mante, gli Squali, i Leoni Marini.
Pernottamento a bordo.

22  Settembre
La visita a North Seymour è il modo migliore di salutare le Galapagos. Lo sbarco al sorgere del sole ci porta tra la più grande colonia di Sule dai Piedi Azzurri delle isole. Se sarà tempo di accoppiamenti ci potremo godere le loro danze ed i loro canti per trovare un compagno. Non lontano si trova un luogo di nidificazione della Fregata Magnifica. I maschi gonfiano le loro sacche per attrarre le femmine che volano sopra di loro. Gabbiani Coda di Rondine e Fetonti decorano le grandi pareti di basalto dell’isola.
Trasferimento in aeroporto per il volo Baltra – Quito.
Trasferimento e il soggiorno in Hotel ****. Alameda

23  Settembre
Trasferimento in aeroporto per il volo Quito – Milano.
Pernottamento a bordo

24  Settembre
Arrivo a Milano.

Il viaggio comprende:

– Viaggio a bordo della nave, come indicato nell’itinerario.
– Tutte le escursioni e attività per tutto il viaggio, inclusi kayak e mute leggere.
– Tre pasti al giorno durante la crociera.
– Tutte le sistemazioni in camera doppia prima colazione inclusa.
– I trasferimenti.
– Accompagnatore dall’Italia per tutto il viaggio.

Non incluso:

– Voli (il prezzo verrà fornito su richiesta).
– Pasti non indicati.
– Tassa ingresso Parco Nazionale Galapagos USD 100.
– Carta di immigrazione delle Galapagos USD 20.

Mappa del Viaggio

 

 

 

 

PREZZO PER PERSONA PRIMA PARTE

Cabina Doppia Ponte Superiore con finestra Euro  3800
Cabina Doppia Ponte Inferiore con oblò Euro  3300

PREZZO PER PERSONA SECONDA PARTE

Cabina Doppia Ponte Superiore con finestra Euro  4900
Cabina Doppia Ponte Inferiore con oblò Euro  4300 

PREZZO PER PERSONA PROGRAMMA INTERO

Cabina Doppia Ponte Superiore con finestra Euro  8300
Cabina Doppia Ponte Inferiore con oblò Euro  7400  

*Cambio 1 USD = 0,90 Euro

11 + 11 =