CAPODANNO 2023: GALAPAGOS, RITORNO ALLE ORIGINI

 

27 Dicembre 2022 – 13 Gennaio 2023

Un grande itinerario, partenza speciale a bordo di una confortevole imbarcazione di circa 30 metri a nostra completa ed esclusiva disposizione, massimo 15 partecipanti in 8 cabine tutte con servizi privati. Il viaggio intero prevede l’esplorazione completa  dell’arcipelago  equatoriale  durante  la quale verranno toccate 14 isole diverse in modo da rendere la nostra esperienza completa e il più possibile variegata e avere le maggiori possibilità di incontrare  la  fauna  particolare  che  abita queste terre vulcaniche. Gli sbarchi su alcune isole sono riservate allepiccole imbarcazioni come la nostra e pertanto piuttosto rare. Durante  le  nostre  escursioni  faremo  delle  brevi  e facili passeggiate (per chi lo desidera è possibile praticare lo snorkeling e il kayak) nel corso delle quali potremo incontrare le Tartarughe Giganti, le Iguana marine e terrestri, gli Albatri delle Galapagos, le colorate Sule Piediazzurri e Sule Piedirossi, i Cormorani Atteri che  non  volano,  le  splendide Fregate Magnifiche dal collo rosso, i Pinguini, i Pellicani  Bruni,  Otarie  e  Leoni  Marini,  Delfini  e Squali. La vostra guida durante questa avventura sarà Piero Bosco che ha visitato le Galapagos in numerose  occasioni.

PRIMA PARTE – LE ISOLE ORIENTALI
27 DICEMBRE – 06 GENNAIO

PROGRAMMA DI VIAGGIO

 

27  Dicembre
Volo Milano/Roma – Quito.
Trasferimento e pernottamento presso l’Hotel Alameda*****.

28  Dicembre
Volo Quito – Baltra.
Al nostro arrivo alle Galapagos verremo trasferiti a bordo della MV di prima classe Cachalote Explorer appositamente noleggiata in esclusiva per il nostro gruppo. L’imbarcazione misura circa 30 metri e può ospitare 16 passeggeri in 8 comode cabine doppie dotate di servizi privati, dispone inoltre di un ampio salone interno e numerosi ponti esterni perfetti per l’avvistamento della fauna e per rilassarsi durante i momenti di pausa.
Appena giunti alle Galapagos andremo alla scoperta delle nebbiose alture dell’isola St Cruz,  dove avremo lapossibilità di incontrare le Tartarughe Giganti in libertà. Termineremo la giornata alla Charles Darwin Research Station. La stazione di ricerca è responsabile, in gran parte, per lo stato di conservazione delle Galapagos. Un partner importante nel compito di conservazione di questo arcipelago incontaminato è il National Park Service e insieme gestiscono il Centro di Riproduzione delle Tartarughe. Qui fino al 2012, anno della sua morte, era possibile incontrare una vera e propria icona della conservazione, Lonesome George, l’ultimo animale rimanente dalla specie di Pinta Island.
Pernottamento a bordo.

29  Dicembre
Le due piccole isole Plazas si sono sollevate dal mare e sono separate da un canale. E’ possibile sbarcare solo a South Plaza dove è possibile osservare gli enormi cactus Opuntia, le Iguane Terrestri e Marine, mentre la rocciosa scogliera a strapiombo sul mare è un sito di nidificazione del leggiadro Fetonte Beccorosso e la spiaggia ospita una colonia di Leoni Marini.
Nel pomeriggio avremo raggiunto Santa Fe, una piccola isola di soli 24 Kmq, ma che presenta una grande densità di fauna composta da Iguane Terrestri, Leoni Marini, Mimo delle Galapagos, Pellicani e anche una foresta di Palo Santo.
Pernottamento a bordo.

30  Dicembre
L’isola San Cristobal è la più orientale e una delle più antiche dell’arcipelago.
Appena giunti visiteremo Witch Hill o Cerro Brujo, un cono vulcanico che si affaccia su una bellissima spiaggia di sabbia bianca ricca di Leoni Marini, Pellicani, Sule dai Piedi Azzurri, Trampolieri e Iguane Marine.
Nel pomeriggio invece la nostra escursione a bordo di un minivan ci porterà nel cuore dell’isola, sulle alture dell’interno, dove raggiungeremo il lago El Junco a circa 700 metri di altitudine, l’unico specchio di acqua dolce di una certa consistenza delle Galapagos formatosi all’interno della caldera di un vulcano estinto.
La zona è ottima per l’avvistamento delle gigantesche Tartarughe Giganti presso la Galapaguera, una riserva speciale per questi animali spettacolari, ma anche per una importante avifauna che comprende Airone Guardabuoi, Fregata Maggiore e se saremo fortunati anche il raro Mimo di San Cristobal, uccello raro e in pericolo di estinzione.
Pernottamento a bordo.

31  Dicembre
Hood o Española è la più antica delle isole Galapagos e la più meridionale, a causa del suo isolamento qui si sono evolute molte specie endemiche. A seconda delle condizioni atmosferiche, ci potremo dedicare allo snorkeling intorno a Islote Garnder e Islote Osborn. Le sue acque calme e il suo attraente paesaggio ci daranno grandi emozioni sia sopra che sott’acqua. Qui vivono pesci tropicali, Squali Pinnabianca e Tartarughe Marine.
Situata sulla costa nord di Española, la Baia Gardner è una tranquilla spiaggia di sabbia bianca. I granelli di sabbia fine rendono il luogo perfetto per una rilassante passeggiata. Naturalmente non saremo soli, Leoni Marini e il raro Mimo di Española ci terranno compagnia.
Quando si sbarca sulla punta occidentale, Punta Suárez , si rimane subito colpiti dalla bellezza e dalla straordinaria quantità di vita. Ci vogliono alcuni minuti per capire che non state sognando e che le Iguane Marine hanno veramente colori infuocati, i Leoni Marini passeggiano tranquillamente intorno a noi, Sule dai Piedi Azzuri e Granchi ricoprono le rocce circostanti con la loro grazia intensa. Un sentiero ci porta aduna colonia di uccelli marini. La lunghissima scogliera scolpita dall’azione delle onde e dalla forza del vento è la casa dell’unico Albatro tropicale della Terra, l’Albatro delle Galapagos . Questo mitico ed elegante animale, qui presente in circa 15000 coppie che costituiscono l’intera popolazione mondiale, condivide la scogliera a precipizio sull’oceano con molti altri uccelli marini come il Fetonte Beccorosso , il Gabbiano Coda di Rondine e la Sula di Nazca .
Pernottamento a bordo.

01  Gennaio
Dopo la colazione sbarcheremo su una spiaggia vulcanica di olivina. Punta Cormorant, situata sulla costa settentrionale di Floreana , ospita Fenicotteri Maggiori e Tartarughe Marine. La spiaggia è parzialmente inondata da una laguna salmastra dove nidificano e si nutrono i fenicotteri che purtroppo spesso sono difficilmente avvicinabili. Chiurli Piccoli,  Aironi e Cavalieri d’Italia sono altri uccelli comuni nelle zone umide. Poco distante le Tartarughe di Mare utilizzano ogni angolo della spiaggia di sabbia bianca per deporre le loro uova. Dalla riva si vedono spesso Razze e Squali delle Galapagos e se si è fortunati leTartarughe crogiolarsi al sole.
Nei pressi di Punta Cormorant si trova Devil’s Crown, un vulcano sommerso che l’erosione ha trasformato in una corona, dove è possibile praticare snorkeling o il kayak. Lo snorkeling in queste acque è straordinario, unodei migliori luoghi delle Galapagos, un gran numero di Pesci, Razze, Squali e la giocosità di Leoni Marini delle Galapagos.
Avventura, sopravvivenza, mistero e morte sono gli ingredienti principali della nostra prossima meta. PostOffice Bay ha lasciato ricordi di pirati, cacciatori di balene, spedizioni scientifiche e intense storie di omicidi e di ambiguità costante.
Pernottamento a bordo.

02  Gennaio
St Cruz, situata al centro dell’arcipelago, è il cuore del turismo alle Galapagos. La nostra escursione sull’isola ci porterà nella parte nord occidentale di essa dove sbarcheremo presso Dragon Hill, dove si trova una laguna ipersalina, più salata del mare, spesso frequentata dai Fenicotteri Maggiori e caratterizzata da vegetazione di alberi Palosanto e cactus Opuntia.
L’area è luogo di nidificazione delle Iguana di Terra.
La genesi delle isole si riconosce facilmente a Sullivan Bay. Le lucide strutture a spirale della lava appaiono come se si sono formate ieri. Situata sulla costa orientale di James o Santiago Island questa colata di lava vecchia di 130 anni presenta coni intatti. Qui coni di cenere anziani sono stati inondati da fiumi di lava e sono un grande esempio di invecchiamento di rocce ignee. Il contrasto di colori e forme del basalto, la presenza di ruggine e la lucentezza della sua superficie vi porterà a pensare di essere su Marte. L’isola ospita una grande varietà di Uccelli Marini, oltre a Iguana Marine e Otarie.
Pernottamento a bordo.

03  Gennaio
Situata nella parte settentrionale dell’arcipelago, raramente visitata da turisti, Genovesa o Tower, è l’unica isola di questa parte di arcipelago sulla quale è consentito sbarcare.
El  Barranco, conosciuto anche come Prince Philip´s Steps da quando il Duca di Edimburgo visitò quest’isola nel 1964, è il sito che visiteremo per primo. Questa sezione dell’isola è popolata da Sule Zamperosse e Fregate Maggiori, che preferiscono gli alberi di Palosanto, e Sule di Nazca che invece nidificano semplicemente per terra, il sito è inoltre ottimo per l’avvistamento della colorata Tortora delle Galapagos. Ci sono inoltre Iguane  Marine di dimensioni minori rispetto a quelle delle altre isole, ma non Iguane Terrestri, poiché le correnti oceaniche non le avrebbero portate in direzione di Genovesa. Ma la vera attrazione del luogo è la colonia di decine di migliaia di Uccelli delle Tempeste di Castro che nidificano nei canali di lava e con esse del Gufo di Palude che le caccia.
La Darwin  Bay, che esploreremo nel pomeriggio, è la caldera di un vulcano eroso le cui pareti interne formano ripide e scenografiche scogliere. Un vero paradiso per gli uccelli: Gabbiano Codadirondine, Gabbiano Fuligginoso, Mimo delle Galapagos, Nitticora Capogiallo, Airone Lavico, Parula Gialla ma I protagonisti qui sono le numerose Fregate Magnifiche e le Sule Zamperosse. Gli uccelli non sono l’unica attrazione di Genovesa, anche i magnifici panorami sono tra i più belli dell’arcipelago.
Pernottamento a bordo.

04  Gennaio
Tornati verso sud in mattinata ci aspetta un’altra escursione sull’isola St  Cruz , più precisamente lungo la costa settentrionale di essa presso Black Turtle Cove o Caleta Tortuga. Esploreremo con il gommone la foresta di mangrovie che circonda baie e insenature il cui accesso è permesso solo a imbarcazioni con la capacità massima di 16 persone come la nostra. Da settembre a febbraio in questo luogo si accoppiano le Tartarughe Marine e avremo quindi buone possibilità di osservarle, oltre a Squalo Pinnabianca e diverse specie di  Mante. Le mangrovie sono presenti in tre diverse specie e sui rami sono spesso presenti Aironi e Pellicani Bruni.
Trasferimento in aeroporto per il volo Baltra – Quito.
Pernottamento presso l’Hotel Alameda*****.

05  Gennaio
Trasferimento in aeroporto per il volo Quito – Milano/Roma.
Pernottamento a bordo.

06  Gennaio
Arrivo a Milano/Roma.

SECONDA PARTE – LE ISOLE OCCIDENTALI
03 – 13 GENNAIO

PROGRAMMA DI VIAGGIO

 

03  Gennaio
Volo Milano/Roma – Quito.
Trasferimento e pernottamento presso l’Hotel Alameda*****.

04  Gennaio
Volo Quito – Baltra.
Al nostro arrivo alle Galapagos verremo trasferiti a bordo della MV di prima classe Cachalote Explorer appositamente noleggiata in esclusiva per il nostro gruppo. L’imbarcazione misura circa 30 metri e può ospitare 16 passeggeri in 8 comode cabine doppie dotate di servizi privati, dispone inoltre di un ampio salone interno e numerosi ponti esterni perfetti per l’avvistamento della fauna e per rilassarsi durante i momenti di pausa.
Appena giunti alle Galapagos andremo alla scoperta delle nebbiose alture dell’isola St Cruz,  dove avremo la possibilità di incontrare le Tartarughe Giganti in libertà. Termineremo la giornata alla Charles Darwin Research Station. La stazione di ricerca è responsabile, in gran parte, per lo stato di conservazione delle Galapagos. Un partner importante nel compito di conservazione di questo arcipelago incontaminato è il National Park Service e insieme gestiscono il Centro di Riproduzione delle Tartarughe. Qui fino al 2012, anno della sua morte, era possibile incontrare una vera e propria icona della conservazione, Lonesome George, l’ultimo animale rimanente dalla specie di Pinta Island.
Pernottamento a bordo.

05  Gennaio
Oggi ci aspettano due chicche! Primo obiettivo di giornata è l’isolotto chiamato Sombrero Chino o Chinese Hat. Situato al largo della punta sud orientale di Santiago o James ha preso il nome dalla sua forma, visto da nord il recente cono vulcanico presenta infatti la sagoma di un cappello cinese ed anch’esso ha l’accesso limitato ad imbarcazioni fino a 16 passeggeri. Questo luogo più di ogni altro alle Galapagos rappresenta l’origine vulcanica dell’arcipelago.  Il paesaggio è primordiale ed è caratterizzato da formazioni vulcaniche dalle forme diverse, la sensazione di essere in un posto speciale è qui chiaramente avvertibile. Il paesaggio seppure spettacolare non è l’unica attrazione di Sombrero Chino, sono infatti presenti il Leone Marino, il coloratissimo Granchio Rosso delle Rocce, l’Iguana Marina, il Pinguino delle Galapagos.
Le Galapagos offrono una grande varietà di formazioni geologiche. L’isola Rábida presenta lave ricche di ferro che dopo milioni di anni di esposizione all’aria, sono diventate rosse. Il materiale arrugginito vulcanico eroso ha formato una bellissima spiaggia di sabbia cremisi, perfetta per una passeggiata. La spiaggia protetta fornisce ottime condizioni ai Leoni Marini delle Galapagos per crescere i loro cuccioli e ai Pellicani Bruni per utilizzare il luogo come zona di sosta e di nidificazione. Poiane e Mimi sono visitatori comuni della pianura. Inoltre, lo snorkeling può essere entusiasmante con Squali, Razze e molti pesci colorati spesso visibili, anche pagaiando con I kayak.
Pernottamento a bordo.

06  Gennaio
Iniziamo oggi la scoperta della parte occidentale delle Galapagos e in particolare della parte meridionale dell’isola Isabela. Raggiungeremo il bordo di uno dei più grandi crateri del mondo, il vulcano Sierra Negra, con un diametro di 12 km. Quindi continueremo verso il vulcano Chico, con caratteristiche molto diverse presenta una serie di crateri con fumarole. Avremo l’opportunità di osservare diversi paesaggi e formazioni vulcaniche che raccontano la creazione e l’evoluzione delle isole.
Più tardi faremo visita al Tortoise Breeding and Rearing Center, importante centro di riproduzione per le Tartarughe  Giganti e alla cittadina di Puerto Villamil, un’incantevole località affacciata su di una spiaggia di sabbia bianca. Sarà possibile anche recarsi alla laguna dei fenicotteri.
Pernottamento a bordo.

07  Gennaio
Punta Moreno si trova lungo la costa occidentale dell’isola Isabela. Il sito ha una vista spettacolare sui vulcani Alcedo, Sierra Negra e Cerro Azul e presenta impressionanti colate laviche, un paesaggio desolato e incontaminato e vegetazione arida varia e insolita. E’ il luogo ideale per un’escursione in gommone lungo le suggestive coste rocciose e un ottimo posto per osservare i Pinguini delle Galapagos e vari uccelli costieri tra i quali spesso gli Aironi Azzurri.  Sbarcati a terra, un sentiero attraverso la roccia lavica conduce a pozze di marea e mangrovie. Queste pozze di marea spesso ospitano Tartarughe Marine, una vera delizia anche pergli amanti del birdwatching, questo sito è ottimo per avvistare Fenicotteri e Pellicani Bruni.
Più a nord lungo la costa di Isabela si trova Elizabeth Bay, la baia contiene molti isolotti, che possono essere visitati con il gommone. Pinguini delle Galapagos e Sule dai Piedi Azzurri possono essere avvistati sugli isolotti rocciosi. I Pinguini prediligono le fredde acque delle isole occidentali e quindi sono qui molto piùnumerosi e facili da avvistare. Con l’abbondanza di vita marina e acqua limpida, l’area è perfetta per lo snorkeling che offre branchi di pesci colorati, Leoni Marini e Mante, Squali e Iguana Marine. Questo posto è accessibile solo con il gommone, per ragioni di protezione ambientale non è permesso lo sbarco.
Pernottamento a bordo.

08  Gennaio
Continueremo oggi l’esplorazione della costa occidentale di Isabela con la visita di Urbina Bay. Questa baia si trova alla base del vulcano Alcedo e nel 1954 a seguito di un’eruzione la zona in cui si trova si è innalzata di oltre 50 centimetri e la linea costiera si è spostata verso il mare di oltre un chilometro portando in superficie coralli giganteschi. E’ sito di nidificazione del Pellicano Bruno e del Cormorano delle Galapagos , ridotto a qualche centinaia di esemplari in tutto, inoltre sono qui presenti le Iguane Marine, Iguane Terrestri e anche alcune delle 4000 Tartarughe Giganti che vivono sulle pendici del vulcano Alcedo.
Proseguiremo verso nord fino a raggiungere Tagus  Cove , porto naturale utilizzato per secoli da balenieri e pirati, e da qui la laguna salata che si trova alla base del vulcano Darwin da dove il panorama si estende tra campi di lava e formazioni vulcaniche fino all’oceano. La fauna che potremo incontrare comprende: Sule dai Piedi Azzurri, Pinguini delle Galapagos e Iguana Marine.
Pernottamento a bordo.

09  Gennaio
Proprio di fronte a Tagus Cove si trova Punta Espinosa, situata sull’isola Fernandina , la più giovane e quella con la maggiore attività vulcanica delle Galapagos. Questo capo costituito da una stretta lingua di lava e sabbia che fuoriesce dalla base del vulcano La Cumbre è uno dei siti più spettacolari dell’arcipelago. Migliaia di esemplari di Iguana Marina formano la più grande colonia delle Galapagos, Leoni Marini, Cormorani  delle  Galapagos, Tartarughe Marine, Mante e a volte anche i Pinguini delle Galapagos  fanno visita a questo luogo speciale.
Faremo quindi ritorno sull’isola Isabela, ma nella sua parte più settentrionale e più precisamente presso Vicente Roca Point . Un posto perfetto per lo snorkeling e per un’escursione in gommone tra ripide scogliere di tufo, grotte scavate dalle onde e le Tartarughe Marine che abitano la zona insieme con il gigantesco Pesce Luna. Altre attrazioni di quest’area sono Sule  di Nazca, Pinguini delle Galapagos, Sule dai Piedi Azzurri, Mante e Leoni Marini.
Pernottamento a bordo.

10  Gennaio
Dopo aver fatto ritorno nella parte centrale dell’arcipelago sbarcheremo oggi a Puerto Egas conosciuto anche come James Bay. Le magiche coste occidentali di James o Santiago Island sono una combinazione di coni di tufo, colate di lava e sabbia. Una costa rocciosa, con una pendenza molto dolce della quale si avvantaggiano un gran numero di uccelli e rettili. Beccacce di mare, Chiurli Piccoli, Piovanelli, Voltapietre, Piro-Piro e altri Trampolieri sono mescolati a Iguane Marine e Granchi a nutrirsi lungo la ricca zona di litorale. Per finire, tunnel di lava di grandi dimensioni, che sono in parte crollati, sono ora le case di Otarie delle Galapagos e di Leoni Marini. Molto interessanti sono le piscine lasciate della marea che ospitano molteplici organismi come Spugne, Lumache di Mare, Paguri, Balani, etc.
Uno dei luoghi iconici delle Galapagos è senza dubbio la piccola isola Bartolomé con il suo selvaggio panorama fatto di campi di lava, coni vulcanici e soprattutto dello spettacolare cono di tufo chiamato Pinnacle Rock. Proprio nei pressi di questa roccia sono spesso visibili i Pinguini delle Galapagos, le Mante, gli Squali, i Leoni Marini.
Pernottamento a bordo.

11  Gennaio
La visita a North Seymour è il modo migliore di salutare le Galapagos. Lo sbarco al sorgere del sole ci portatra la più grande colonia di Sule dai Piedi Azzurri delle isole. Se sarà tempo di accoppiamenti ci potremo godere le loro danze e i loro canti per trovare un compagno. Non lontano si trova un luogo dinidificazione della Fregata Magnifica . I maschi gonfiano le loro sacche per attrarre le femmine che volano sopra di loro. Gabbiani Coda di Rondine e Fetonti decorano le grandi pareti di basalto dell’isola.
Trasferimento in aeroporto per il volo Baltra – Quito.
Pernottamento presso l’Hotel Alameda*****.

12  Gennaio
Trasferimento in aeroporto per il volo Quito – Milano/Roma.
Pernottamento a bordo.

13  Gennaio
Arrivo a Milano/Roma.

Il viaggio comprende:

– Viaggio a bordo della nave, come indicato nell’itinerario.
– Tutte le escursioni e attività per tutto il viaggio, inclusi kayak e mute leggere.
– Tre pasti al giorno durante la crociera.
– Tutte le sistemazioni in camera doppia prima colazione inclusa.
– I trasferimenti.
– Accompagnatore dall’Italia per tutto il viaggio.

Non incluso:

– Voli (il prezzo verrà fornito su richiesta).
– Pasti non indicati.
– Tassa ingresso Parco Nazionale Galapagos USD 100.
– Carta di immigrazione delle Galapagos USD 20.

Mappa del Viaggio

 

 

 

 

PREZZO PER PERSONA PRIMA PARTE

Cabina Ponte Superiore Finestra          4800
Cabina Ponte Inferiore Oblò                  4300

PREZZO PER PERSONA SECONDA PARTE

Cabina Ponte Superiore Finestra          4300
Cabina Ponte Inferiore Oblò                  3900

PREZZO PER PERSONA PROGRAMMA INTERO

Cabina Ponte Superiore Finestra          8400
Cabina Ponte Inferiore Oblò                  7600

*Cambio 1 USD = 0 , 80 Euro

ASK FOR MORE INFORMATION