Ko de Korte

Olandese, primogenito di un contadino dello Zeeland, una regione conosciuta per i suoi abitanti estremamente religiosi e conservatori. L’unico modo di fuggire era probabilmente prendere il volo come un uccello. Ko si sentiva già irrequieto durante le scuole superiori, sensazione che gli faceva desiderare la fuga da quell’ambiente opprimente. Spesso si recava lungo la vicina costa del Mare del Nord per osservare gli uccelli. Qualche volta sognava di scappare leggendo un libro di ragazzi coraggiosi che viaggiavano nelle regioni più remote della terra.
Finita la scuola superiore, Ko si trasferì ad Amsterdam per studiare biologia alla Free University (1961-73). L’università fu l’unico luogo a lui permesso in questa città del diavolo. I suoi studi gli offrirono molte opportunità di volare via.
Dopo alcuni anni più tranquilli la sensazione di inquietudine ritornò e nel 1965 Ko affrontò il suo primo grande viaggio in mare a bordo di un peschereccio per il merluzzo Norvegese. L’uccello finalmente ebbe la possibilità di volare verso l’ignoto. Nel 1966, Ko lavorò come aiutante nella mensa di una nave Norvegese per il trasporto di carbone diretta allo Spitsbergen. Una volta giunto a Longyearbyen abbandonò di nascosto la nave e restò ad esplorare l’isola. Da quel preciso momento in poi l’uccello non smise più di volare e visitò le aree Polari innumerevoli volte.
Il risultato del suo lavoro è documentato in più di 70 pubblicazioni scientifiche.
Oltre alla sua attività scientifica Ko ha anche organizzato molti viaggi per turisti in Artico per “Stichting Plancius” di Amsterdam. Quando nel 1992 Oceanwide Expeditions ha acquistato Stichting Plancius Ko ha continuato a lavorare per essa nel mondo del turismo.
Ko ha sempre provato una grande attrazione per la natura selvaggia. Così come il poeta e medico di bordo Slauerhoff sembra che Ko abbia un senso di inquietudine e un forte desiderio di trovare gli ultimi luoghi vergini della terra. Guidato da un’energia inesauribile ha viaggiato da un luogo remoto all’altro cercando il luogo perfetto dove sentirsi a casa.