SIBERIA, GLI SCIAMANI DI TUVA E KHAKASSIA

24 – 31 Maggio 2018

Lontana, misteriosa e inaccessibile la Siberia rimane una terra incognita che questa avventura riservata a soli 10 partecipanti vi permetterà di scoprire. Un viaggio intorno alla catena montuosa Sayan, attraverso i panorami unici di tre selvagge regioni siberiane: Krasnoyarsk, Tuva e Khakassia. Il percorso attraversa il centro geografico dell’Asia. Ognuna delle tre regioni ha le proprie peculiarità, cultura e storia; nel nostro percorso sperimenteremo tutti questi aspetti assistendo ad un concerto di canti gutturali, dormendo nelle Yurte, mangiando il cibo tradizionale, visitando importanti siti archeologici e templi buddisti. Queste sono le terre dello Sciamanesimo per eccellenza, e non mancheremo di addentrarci nei suoi segreti. La vostra guida in questo viaggio sarà Piero Bosco.

PROGRAMMA

 

24 Maggio
Volo Milano/Roma – Mosca – Abakan.
Pernottamento in volo.

25 Maggio
Arrivo a Abakan di prima mattina e visita guidata della capitale della Repubblica Autonoma della Khakassia. Trasferimento all’antica città siberiana di Minusinsk, sulle rive del fiume Enisey.
Dopo il pranzo escursione al museo locale dei rivoluzionari Decabristi russi.
Ci trasferiremo quindi alla centrale idroelettrica di Sayano-Shushenskaya, la più grande dell’intera Russia e continueremo con la visita ad un allevamento di trote, situato molto vicino alla centrale. Proseguiremo alla volta del villaggio di Shushenskoye, luogo di esilio di Lenin.
Pernottamento presso case in legno tipiche siberiane con camere doppie e servizi privati.

26 Maggio
Escursione al museo etnografico di Shushenskoye. La storia del museo è legata al nome di Vladimir Lenin, che ha vissuto a Shushenskoye durante il sue esilio tra il 1897 e il 1900. I sette ettari del museo all’aperto ospitano numerosi esempi di architettura siberiana: case coloniche, attività commerciali, prigioni, taverne, in tutto sono presenti circa 200 edifici in legno.
Dopo il pranzo lasceremo la regione della Khakassia per entrare in quella di Tuva attraversando la pittoresca catena montuosa del Sayan occidentale.
Ci fermeremo a 22 km dalla città di Kyzyl, sulla riva del fiume Biy-Khem (in lingua locale il Grande Enisey), nel campo turistico yurt che consiste di vere yurte fatte di spesso feltro.
Dopo la cena assisteremo ad uno spettacolo di canti gutturali tradizionali detti Khoomei. Il canto gutturale, è una straordinaria dote dei Tuva (e di altre nazionalità siberiane) e consiste nell’emettere simultaneamente due o tre suoni di tono diverso e di sostenere lo stesso suono per 25-30 secondi senza respirare.
Pernottamento presso il campo in yurta doppia con servizi condivisi.

27 Maggio
Visita di Kyzyl, la capitale di Tuva, repubblica indipendente dove si parla il Tuvano, lingua di ceppo turco e la religione è in bilico tra Sciamanesimo e Buddismo. Per prima cosa ci recheremo nel punto che costituisce il Centro Geografico dell’Asia, poi faremo visita al tempio Buddista e infine alla comunità Shaman.
Dopo il pranzo proseguiremo con il Museo Nazionale di Tuva (mostra di ori degli Sciti) e scopriremo reperti archeologici unici di diverse epoche, seguirà tempo libero a disposizione per una passeggiata in centro.
Cena con piatti tradizionali della cucina di Tuva seguita da rito sciamanico, Kamlaniye. Questo rito mette in comunicazione lo sciamano con gli spiriti, un vero rito magico intorno al fuoco accompagnato dal battere di tamburi e lenti suoni; può avere diversi significati ma lo scopo principale è quello di guarire le persone. Altri scopi sono legati a fallimenti, perdita di bestiame, fortuna, ecc. Il rituale del Kamlaniye è di solito condotto secondo il seguente schema: purificazione, chiamata degli spiriti, ricerca della ragione della malattia, espulsione dello spirito malvagio, resoconto del rito e partenza dello sciamano. Tradizionalmente il rituale si svolge durante la notte o durante diverse notti in una yurta vicino al camino o in un luogo sacro. Lo sciamano batte il tamburo ed emette suoni che imitano un corvo o un cuculo. Poi siede vicino al fuoco, lentamente batte il tamburo e parla con i suoi spiriti di sostegno. Infine espelle gli spiriti maligni o dice che la situazione è senza speranza. Poi porge doni agli spiriti di sostegno.
Pernottamento presso il campo in yurta doppia con servizi condivisi.

28 Maggio
Oggi seguiremo la strada degli antichi nomadi e attraverseremo Tuva da est a ovest fino a raggiungere nuovamente la Khakassia. Il percorso si snoderà attraverso alcuni spettacolari passi di montagna. Prima del pranzo faremo una sosta nei pressi della montagna Khairykan, uno dei luoghi sacri di Tuva, scelta nel 1992 dal Dalai Lama per essere un luogo energeticamente potente.
Picnic all’aperto sull’erba nei pressi di una stele del Buddha.
Durante il tragitto potremo osservare il centro della cultura buddista, il tempio ormai in rovina Ustuu-Khuree.
Rientreremo in Khakassia subito dopo aver superato il passo Sayan, ad un’altezza di 2214 metri. Le montagne qui sono ricoperte da una peculiare taiga costituita da alberi di cedro. Nel tardo pomeriggio raggiungeremo il campo nella taiga Snow Leopard costruito sulla riva del fiume Stoktysh.
Pernottamento presso il campo in case in legno per 2 persone, servizi privati.

29 Maggio
Dopo la colazione trasferimento alla valle di Kyug (in lingua locale significa gioia), situata nel punto in cui due grandi catene montuose si incontrano. I Khakassiani chiamano questa valle delizia, ​​mentre gli archeologi vi hanno trovato una miriade di monumenti di culture diverse.
L’escursione alla riserva archeologica Kazanovka ci farà conoscere meglio l’eredità che le antiche civiltà ci hanno lasciato. Questo museo all’aperto comprende montagne, canyon, grotte, foreste miste e piante rare. Nel territorio della riserva naturale esistono più di 2000 monumenti archeologici e ogni anno ne vengono ritrovati 30-40 nuovi. Lo scopo principale di questo museo è quello di preservare paesaggi naturali e storici, la ricostruzione e lo sviluppo della vita delle persone locali, la raccolta, la ricerca, la formazione e la protezione dei fondi. A Kazanovka i turisti avranno la possibilità di vedere incisioni rupestri vecchie 3000-5000 anni.
Visiteremo anche un villaggio etnografico Khakassiano, dove avremo la possibilità di conoscere la vita quotidiana dei popoli Khakassiani dai secoli XIX e XX.
Dopo la cena è prevista una performance del gruppo folkloristico nazionale della Khakassia.
Pernottamento presso il campo Kyug in yurta per 2 persone, servizi condivisi.

30 Maggio
In mattinata trasferimento a Abakan, capitale del Khakassia e visita al museo nazionale della Khakassia.
Dopo il pranzo visita alla Valle dei Re dove si trovano 30 colline di sepoltura che risalgono al III-IV secolo a.C. La collina più grande è chiamata il tumulo del grande Salbyk. La circonferenza della collina è di 500 m, la sua altezza è più di 11 metri. Il peso totale delle pietre verticali è di circa 60 tonnellate.
Rientreremo ad Abakan per la cena.
Pernottamento presso Hotel Asia*** o similare.

31 Maggio
Dopo la colazione ci trasferiremo in aeroporto in tempo per il volo di rientro.
Volo Abakan – Mosca – Milano/Roma.

*PER CHI DESIDERA E’ POSSIBILE CONTINUARE CON IL VIAGGIO IN EVENKIA E TUNGUSKA

Il viaggio comprende:

– Tutti i pernottamenti come descritto nel programma con prima colazione inclusa.
– Tutte le escursioni indicate nel programma.
– Tutti i pasti ad eccezione dei giorni 24 e 31 Maggio.
– Guida dall’Italia.

Non incluso:

– I voli.
– Le spese per la pratica di ottenimento del visto, Euro 150,00 per persona.

Mappa del Viaggio

PREZZO PER PERSONA
Gruppo di minimo 10 persone

Euro 2.630,00

6 + 4 =